Manuela Arcuri legge Forum

È un grande piacere ospitare nel primo numero del 2004 di Forum, la più bella delle attrici italiane che chi scrive ha il piacere di conoscere oltre che professionalmente anche per le sue grandi doti umane. Ad altri non potevo pensare se non a Manuela, che identifico come la Sophia Loren del terzo millennio. Manuela Arcuri è infatti una persona speciale non solo per la sua ormai internazionale e notoria bellezza ma per la sua eleganza, per la sua sfrenata simpatia, per la sua cordialità, e per la sua disponibilità e, soprattutto, per la grandissima sensibilità che la porta ad aiutare in silenzio chi soffre. Il modo dolce, tenero e cortese con cui ha risposto alle domande, non è altro che una ulteriore testimonianza di quanto sinora detto.

Manuela, parlaci delle tue origini.

Sono nata ad Anagni, in provincia di Frosinone, l’8 Gennaio del 1977 ed anche se sono andata via da lì quando avevo solamente un anno, mi sento comunque molto legata a quella terra a cui penso sempre con grande affetto. Quando mi è possibile è per me sempre un piacere passare da quelle parti, dove ho buoni amici.

Ed ora dove vivi?

Vivo a Latina, con la mia famiglia, nella casa dove sono cresciuta ed alla quale sono enormemente affezionata. Purtroppo i miei numerosi impegni di lavoro mi portano spesso lontano dalla mia città ma è per me molto importante ritornarvi appena possibile. Ad ogni mio rientro sono accolta con affetto e calore, che ricambio spontaneamente e di cuore, da parenti, amici e concittadini.

Che studi hai effettuato?

Mi sono diplomata al liceo artistico, ho frequentato l’Accademia di Arte Drammatica P. Scharoff e sono iscritta alla Facoltà di Sociologia.

Come riesci a conciliare il lavoro con la tua vita privata?

Non è per niente semplice e tu che sei un Ufficiale (collega di mio fratello Marco) e che talvolta per ragioni di servizio vivi lontano dai tuoi cari, puoi capirmi. Riuscire a conciliare un lavoro -che è tanto bello quanto faticoso- con gli affetti, è cosa difficile, infatti sovente si lavora lontano dalle persone e dai luoghi cari e non sempre si è liberi di decidere con chi passare questo o quel giorno dell’anno. Proprio per questo è fondamentale il rapporto saldo e forte che si ha con parenti ed amici che ti raggiungono ovunque sei con una telefonata o con una lettera e che ti fanno così sentire serena e ti consentono di andare avanti per la tua strada.

Parlaci dei tuoi prossimi impegni di lavoro.

In questi mesi sono impegnata nelle riprese della seconda serie del telefilm per la TV “Carabinieri” che andrà in onda nel corso del 2003. Subito dopo sarò impegnata in teatro con una commedia brillante della quale al momento, per motivi scaramantici, non anticipo nulla ma della quale, non appena possibile, ti parlerò.

Oltre al lavoro e allo studio sei impegnata anche nel volontariato.Che ci dici a tal proposito?

Credo sia molto importante aiutare gli altri e credo dovrebbe essere un comportamento che tutte le persone fortunate dovrebbero osservare. Sono Testimonial per l’Aila (Associazione italiana per la lotta contro l’artrosi e l’osteoporosi) che ha quale scopo quello di professare l’importanza di uno stile di vita sano e naturale come forma di prevenzione contro tali malattie.

Prima di lasciarti andare a firmare altri autografi, dimmi cosa pensi del nostro giornale.

È molto ben curato sia dal punto di vista dei contenuti sia della grafica ed è strumento validissimo per quanti, sia laziali sia campani, si trovano come me spesso lontani dalla propria Regione per motivi di lavoro e vogliono rimanere “in contatto” con la loro terra.

Un caro saluto Manuela e buon anno e buon lavoro.

Un bacio a te Ercole ed un cordiale saluto al direttore, alla redazione e a tutti i lettori di Forum. Buon anno e buon lavoro a tutti voi.

Pubblicato su “Forum” in data 04.01.2004

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.